Oltre al tentativo di ricostruire i gruppi dirigenti laici ed ecclesiastici tra Sei e Settecento, mi è sembrato utile approfondire con monografie le vicende delle principali chiese e conventi, grazie soprattutto all’immenso rivelo del 1748 (su 14 volumi per circa 9.000 abitanti, uno intero riguarda i beni ecclesiastici) ed al fondo delle Corporazioni Religiose custodito presso l’Archivio di Stato di Ragusa. Tali studi mi hanno consentito di preparare delle monografie sulla chiesa, l’ospizio ed il convento di San Francesco di Paola (stampata), sulla chiesa ed il convento della Grazia (pubblicazione digitale), sulla chiesa ed il convento dei Cappuccini (pubblicazione digitale), sul monastero di Santa Teresa (ex Officina Elettrica Municipale oggi Sala “Giuseppe Mazzone” e aula consiliare intitolata al sindaco Salvatore Carfì), sui due collegi di Maria (uno a San Biagio e l’altro noto come Conservatorio della Sacra Famiglia a San Giuseppe, pubblicazione digitale). Ho inoltre ricostruito le vicende dell’ospizio di Matteo Terranova poi diventato Casa Comunale nel 1870 (monografia stampata) ed infine un breve sommario sulla chiesa della Trinità e l’attuale basilica di San Giovanni Battista (digitale). Insomma, come si potrà constatare, alla “città degli uomini” (i quartieri, le vie, le campagne etc. etc.) ho affiancato la “città di Dio”. In verità, tra le due “città” non c’è alcuna separatezza, perché “la città degli uomini” (Vittoria con i suoi quartieri, le sue piazze, le sue strade) è nata, è cresciuta e si è agglomerata attorno alle chiese…

Non ho naturalmente dimenticato né Scoglitti né Cammarana, con la sua torre, la chiesetta ed il culto medievale di origine bizantina della Dormizione (Koimesis) della Vergine, oggi noto come festa dell’Assunzione, portato in Sicilia al tempo dei Normanni e celebrato sul promontorio con una fiera nel Cinquecento ed un palio fino agli anni ’30 dell’Ottocento…

Ecco l’indice della pubblicazione digitale sulla chiesa ed il convento della Grazia (sui cui locali dimostravo documenti alla mano che la Provincia Regionale non ha alcun diritto).   

  1.La chiesa della Grazia oggi.

  2.Le vicende della chiesa e del convento nella tradizione storiografica dell’Ottocento e della prima 

     metà del Novecento.

  3.Ricerche recenti sulla Grazia.

  4.Il paesaggio prima della fondazione di Vittoria.

  5.La nascita della chiesa della Grazia. Paolo Custureri suo fondatore?

  6.Altri benefattori della Grazia. La fondazione del convento di Santa Maria di Jesu e

     l’aggregazione con la chiesa della Grazia (1619-1638). 

  7. «…questo è convento che si deve dissolare!». La soppressione del convento e il declassamento  

     ad hospitio (1660-1669).

  8.Il sequestro dei beni dei Custureri e la nascita dei Maritaggi (1666).

  9.Le nuove istituzioni religiose e le donazioni alla Grazia dal 1670 al 1714.

10.Le donazioni dal 1714 al 1748.

11.La chiesa ed il convento della Grazia dal 1748 all’Unità d’Italia.

12.La chiesa ed il convento dal 1861 al 1890.

13.La Grazia e le elezioni amministrative del 1914.         

14.La Grazia dal 1914 ad oggi

Al saggio è annessa una ricca Appendice documentaria:  

   1)Testamento di Paolo Custureri, parte, 1617.

   2)Donazione alla Grazia di Paolo Custureri, 1617.   

   3)Donazione di m.ro Mariano Calandra, 1629.

   4)Testamento di Antonuzo Garofalo, 1632.

   5)Donatio facta per Antoninum Custureri Andreane… et Paulo et Rosalie Custureri, 1635.

   6)Donazione di Antonino Custureri alla sorella Vincenza, 1635.

   7)Atto di aggregazione della chiesa della Grazia al convento, 1638.

   8)Bilancio dell’Università di Vittoria, 1638.

   9)Testimonianze [sullo scandalo], 1650.

10)Donazione di Simone Morgana, 1653.

11)Donazione di Corrado Terranova, 1662.

12)Donazioni 1670-1678.

13)Donazione di Giovanni Grimaldi Palmeri, 1675-1678.

14)Donazioni particolari ad altari, 1678-1682.

15)Donazione di Blandano Magro, 1694.

16)Donazioni dal 1714 al 1748.

17)Rivelo del Venerabile Convento della Grazia, 1748.

18)Rivelo dell’eredità dei Maritaggi, 1748.

19)Rivelo della Venerabile Congregatione dell’Immacolata Concetione dentro la Venerabile Chiesa…1748.

20)La chiesa ed il convento della Grazia nel Rivelo Cenzuario del Conte di Modica intitolato lo Stato di Vittoria (1769-1802).

21)Ferdinando Terranova Giudice, La quinta visita del patriotta Rosario Cancellieri  alla sua Vittoria. Bozzetti e figure locali, 1914.

22)Documento manoscritto contenente l’atto del 23 febbraio 1938 sulla retrocessione di alcuni locali del convento ai Padri Osservanti, 1938.

Benefattori e persone ed istituzioni legate alla Grazia.

                                                                      ***  

Come “assaggio” del contenuto, riporto il rivelo del convento nel 1748. Preciso che il valore (capitale) degli immobili veniva calcolato considerando l’affitto o il censo come un interesse del 5%: pertanto il prezzo dell’affitto o censo si moltiplicava per 20. Tutti i riveli sono divisi in beni stabili, mobili e gravezze stabili, cioè gli oneri che gravavano permanentemente sul lordo e che venivano detratti. Anche sui beni mobili (animali, seminati, denaro, oggetti d’oro etc.) potevano essere dichiarate le gravezze mobili (pagamenti da fare, ad es. debiti temporanei), che a volte venivano sottratti dal totale. L’ammontare dell’eventuale tassa dovuta per i donativi allo Stato si calcolava sul netto.

                                                                       ***  

Rivelo del Venerabile Convento della Grazia, 1748 (Archivio di Stato di Palermo, Deputazione del Regno, riveli di Vittoria)

19. Rivelo di indubia fede a chi spetta vedere la presente qualmente in questo Ven.le Convento della Grazia della Città di Vittoria si trovano congregati di famiglia il n.o di ventinove Religiosi cioè

il Rev. P.re Guardiano Salvatore da Caltagirone d’anni 57

P.re Michiele Antonio di Modica d’anni n. 31

P.re Francesco Paulo di Noto d’anni n. 29

P.re Bartolomeo di Caltagirone d’anni n. 66

P.re Costanzo di Caltagirone d’anni n. 30

P.re Giovanne Antonino di Vittoria d’anni n. 55

P.re Giammaria di Vittoria d’anni n. 39

P.re Rosario di Caltagirone d’anni n. 28

P.re Aloisio di Vittoria d’anni n. 32

P.re Emanuele di Vittoria d’anni n. 34

P.re Vincenzo del Comiso d’anni n. 29

P.re Gaetano del Comiso d’anni n. 35

P.re Bonaventura di Noto d’anni n. 54

P.re Luciano di Siragusa d’anni n. 26

P.re Gaetano d’Agosta d’anni n. 29

P.re Gaspare di Palermo d’anni n. 32

cl.co Fra Concetto di Siragusa d’anni n. 22

cl.co Fra Rosario di Gramicheli d’anni n. 22

cl.co Fra Emanuele d’Agosta d’anni n. 22

cl.co Fra Nicolò di Gramicheli d’anni n. 23

cl.co Fra Bonaventura di Terranova d’anni n. 19

cl.co Gervasio di Malta d’anni n. 22

cl.co Fra Vincenzo Antonio di Terranova d’anni n. 20

cl.co Fra Giuseppe Angelico di Malta d’anni 22

laico Fra Andrea di Vittoria d’anni n. 50

laico Fra Domenico di Vittoria d’anni n. 37

laico Fra Salvadore di Vittoria d’anni n. 31

laico fra Rosario di Gramicheli d’anni n. 21

in tutto ventinove                  n. 29

Rivelo che fa il dr. don Ignazio Porcelli come Procuratore renunciatore dell’effetti del Convento di S.a M.a delle Grazie delli PP. Minori Osservanti di S. Francesco di Vittoria d’ordine di S.E. [e] sua Ill.ma Deputatione del Regno e ripartimento della nuova numeratione d’anime.

1.Rivela il sudetto di Porcelli d.o n.ne oltre il principale rivelo dell’anime di d.i PP. Religiosi fanno nel anno 1748, esigere da Beatrice Ragusa ved. di m.ro Angelo Ragusa tarì tredici e grana dieci sopra una casa in questa Città e q.ro della Grazia, per messe fondate dal qdm. Paolo Nativo nell’anno 1699, che al cinque per cento fanno il capitale onze novi…onze 9

2.Da don Gio. Battista Fiaccavento esigge tarì vent’uno, e grana cinque sopra di due case in…q.ro della Grazia, per messe fondate d’Orsola Battaglia, e mastro Giovanni Giarrusso…onze 14.5

3.(a lato: per don Gio. Batta Mandarà). Da donna Biaggia Mandarà, moglie di don Antonio Mandarà esigge onze quattro sopra una chiusa in questo territorio e q.ta della Croce per messe fondate da Simone Morgana…onze 80

4.Più dalla sudetta di Mandarà esigge tarì quindeci sopra una casa in q.ro della Grazia…onze 10

5.Da Salvatore ed Antonino Reali esigge onza una e tarì tre sopra un pezzo di terre in q.o territorio e q.ta delli Maritaggi per messe fondate d’Antonino Mineo…onze 22

6.Da m.ro Ignazio Scifo esigge tarì undeci sopra una casa in q.o quartiero della Grazia per messe fondate d’Antonino Mineo…onze 7.10

7.Da Simone Barrano esigge tarì undeci sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate dal di sopra Antonino Mineo…onze 7.10

8.D’Antonino di Giacomo esigge tarì quindeci sopra una casa…q.ro di S. Giuseppe per messe fondate dal di sopra Antonino Mineo…onze 10. 4

9.Da Giuseppe Galofaro esigge tarì quartodeci sopra un pezzo di terreno clausulato  [sta per clausurato] da case…nel q.ro della Grazia per messe fondate da Filippo Occhipinti…onze 9.10 [correto in 6.4]

10.Da Giacomo Salerno esigge tarì due sopra una casa…senza tetto…q.ro di San Francesco di Paola, per messe fondate da Simone Morgana…onze 1.10

11. D’Arcangelo Martino di Vizzini esigge tarì quattro sopra una casa…q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate dal di sopra di Morgana…onze 2.20

12.Dal qdm. Giuseppe Busacca esigge tarì sei sopra una casa senza tetto…q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate dal riferito di Morgana…onze 4

13.Da don Alfonzo Ricca della Città di Palermo esigge tarì dieci sopra una casa con trappeto d’un torchio con terreno collaterale a detta casa…q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate dal cennato di Morgana…onze 6.20

14.Da Onofrio Monello esigge tarì ventiquattro sopra una chiusa in questo territorio e q.ta di Fortura per messe fondate come sopra…onze 16

15 per Antonina Nativo]. D’Antonina Salucio esigge tarì dieci e grana due sopra una casa…q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate come sopra…onze 6.22

16.Da Filippo Cardello esigge tarì duodeci sopra una casa…q.ro di S. Biaggio per messe fondate come sopra…onze 8

17[per Agostino Barbuzza]. Da Orazio Firullo esigge tarì tre sopra una casa…q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate come sopra…onze 2

18.Da Filippa Bell’omo tarì sei sopra una casa…q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate come sopra…onze 4

19.Da Martino lo Jacono tarì diecisetti sopra case in q.a Città e q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate come sopra…onze 11.10

20.D’Antonino di Martino tarì duodeci sopra una casa…q.ro di S. Domenico per messe fondate d’Antonino di Martino…onze 8

21.D’Antonio Riggio tarì duodeci sopra case…q.ro della Grazia per messe fondate d’Orazio Rabbito…onze 8

22.Da don Bartolomeo Ricca onza una sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate da Filippo Ricca…onze 20

23.D’Antonio Terranova tarì ventitre sopra case…q.ro di S. Giovanni per messe fondate da Giovanni Mustili…onze 15.10

24.Di più il sudetto di Terranova tarì undeci sopra un pezzo di terreno…q.ta del Canale per messe fondate da Paolo Delfi…onze 7.10

25.Dalli procuratori di S. Giuseppe tarì sei sopra una casa…q.ro di S. Giuseppe per messe fondate da Girolamo Giudice…onze 4

26.Da don Gio. Battista Inghilterra tarì otto sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate da Vincenzo Zammito…onze 5.10

27[per donna Innara ]. Da donna Maria Lucchese come eredi del qdm. don Giuseppe Lucchese esigge onze due e tarì sei supra case…q.ro della Grazia per messe fondate d’Antonino Carnazza e Vincenzo Addamo…onze 44

28.Di più dalla sudetta onza una e tarì venticinque e grana novi sopra case…q.ro della Grazie per messe fondate da Paola? Delfo…onze 37

29.Da Francesco Arizzi tarì dodeci sopra una casa…q.ro di S. Giovanni, per messe fondate da Gregorio Mustili…onze 8

30.Da Carmelo Alota tarì otto sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate da Filippo Occhipinti…onze 5.10

31.Da don Giuseppe Maggiore tarì quindeci sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate da Paola Ridolfo Occhipinti…onze 10

32.Da Francesca Perino e Giordano moglie del qdm. Libiratore Giordano onza una e tarì dodeci e grana dieci sopra case…q.ro della Grazia per messe fondate da Carmela Colla …onze 28.10

33.Da Giachino Jachinello di Modica onze due e tarì sei sopra un paratore esistente in questo territorio e cava di Cammarana per messe fondate da Bartolomeo Izzia…onze 44

34. Da Vincenzo Nicoscia esigge tarì vent’uno e grana dieciotto sopra un pezzo di terreno…q.ta delli Mendolilli per messe fondate da Filippo di Marco…onze 14.18

35.Da Paolo Vasili onza una tarì sette grana dieci e piccoli tre sopra terre…q.ta delli Mendolilli per messe fondate da Filippo di Marco…onze 25.3

36.D’Antonino Occhipinti tarì quartodeci grana due e piccoli tre sopra tumula sette di terre…q.ta delli Mendolilli per messe fondate da Filippo di Marco…onze 9.12.3

37.Dalli RR.PP. di S. Francesco di Paola esigge tarì sedici e grana diecisette sopra un pezzo di terra…q.ta delli Mendolilli per messe fondate da Angelo Nostrosi…onze 11.7

38.Da don Gio. Batta Puglia come Procuratore dell’eredità delli Maritaggi esigge onze cinque lasciate al Convento per tanta cera da Paolo Custurieri…onze 100

39.Da Lorenzo Biazzo alias Buggé onza una sopra una chiusa…q.ta delli Rovetti alias di Fortura per messe fondate da Biaggio Bellassai…onze 20

40.Di più il sudetto di Biazzo tarì dodeci sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate da Vincenzo Biazzo…onze 8

41.Da don Antonino Biazzo tarì novi sopra una casa in questa Città per messe…onze 6

42.Da Martino lo Jacono onza una e tarì quattro sopra terre clausulate nel gremio di questa Città per messe fondate da don Mario Meli…onze 22.10

43[per soro Teresa Scrofano…della Sagra Famiglia in San Giuseppe]. Dal signor Arciprete dr. don Errico Ricca come fondatore e direttore del Venerabile Monastero della Sacra Famiglia onze sei sopra una chiusa dietro del sopra cennato Monastero di S. Giuseppe della Sacra Famiglia, ed un’altra convicina per messe fondate da Giacomo Giangreco, e Matteo Terranova…onze 100.20

44.Dal Rev.do Sac.te don Francesco Aparo onze due e tarì ventisei sopra un vignale in questo territorio e q.ta del Cozzo dell’Oro per messe…onze 57.10

45[per Giuseppe Amodeo tt. 24; per Filippo Amodeo tt. 24: onze 1.18]. Di più il sudetto d’Aparo onza una e tarì dieciotto sopra un trappeto…q.ro di S. Giuseppe per messe fondate da Francesco Dierna…onze 32

46.Da Simone Corvino tarì sei sopra una casa…q.ro di S. Giuseppe per messe fondate da Francesco Dierna…onze 4

47.Da donna Carmela Giangreco onza una e tarì dodeci sopra una chiusa…vicino alla città per messe fondate da Vito Barraco e Giacomo Giangreco…onze 28

48.Da Pietro Interi come erede di Filippo Interi tarì quindeci sopra una casa…q.ro di S. Domenico per messe fondate da Pietro Interi…onze 10

49.Da Carmelo Salutio tarì venti sopra un pezzo di terreno collaterale alla casa di propria abitatione…q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate da Pietro Pinedo…onze 13.10

50.Da Santa Ingrao maritali nomine tarì dieci sopra una casa…q.ro di S. Giovanni per messe…onze 6.20

51.Da Pietro Mustili come erede di Gregorio Mustili tarì tredici e grana due e piccoli tre sopra un pezzo di terre…q.ta nel Cozzo dell’Oro, per messe…onze 8.22

52.Da don Francesco Lucchese, don Giuseppe Lucchese e Santa Lucchese e Delfo onze dieci per ragione di bolla fondata sopra tre chiuse…q.ta della Casazza per messe fondate da Rocco Berinchat…onze 200

53.Da don Natale Lupo tarì vent’uno e grana dieci sopra una casa…q.ro di S. Domenico per messe…onze 14.10

54.Da Giovanne Izzia tarì dieci e grana dieci sopra una casa…q.ro della Grazia per messe…onze 7

55.Da Nuntio Borrometo tarì sei sopra una casa…q.ro della Grazia per messe…onze 6

56.Da Epifanio Regano tarì otto sopra una casa..q.ro di S. Domenico per messe…onze 5.10

57.Da Domenico Scrivano tarì dodeci sopra una casa…q.ro di S. Domenico per messe fondate da Andrea Terranova…onze 8. 8

58.Da don Stefano Cassibba onze duodeci sopra terre canabate in q.o territorio per messe fondate da Paolo [??]…onze 240

59.Da Martino Oricchia tarì dieciotto e grana dieci sopra unacasa…q.ro di S. Paolo per messe…onze 12.10

60.Di più da d.o Oricchia onza una e tarì quindeci sopra un vignale…q.ta della Corte per messe fondate d’Antonino Battaglia…onze 30

61.Da donna Giovanna Cusenza di Chiaramonte vedova del qdm. don Filippo Taranto onza una e tarì sei sopra terre cannabate nella cava di Cammarana e territorio del Comiso, per messe fondate da don Filippo e Giachino Taranto…onze 24

62.Da don Gabriele Migliorisi onze tre e tarì vent’uno sopra terre…q.ta del Cozzo dell’Oro per messe fondate da Biaggio Bell’assai…onze 74

63.D’Anna Occhipinti ved. del qdm. Nicolò Jacono onza una e tarì sei sopra un vignale…q.ta del Scalonazzo seu Fanello per messe fondate da Luciano Giannuso…onze 24

64.Da Giovanne Cicerone di Pietro onza una e tarì sei sopra una casa e terre collaterali…q.ta di S. Paolo per messe fondate d’Antonino lo Jacono alias Busacca…onze 24

65.Da Francesco Ciancio e donna Antonia Gravina onza una e tarì quattro sopra una chiusa…q.ta delli Mendolilli per messe fondate da Giuseppe Bagollaro…onze 22.20

66. Da Bellisario seu Rosario Delfo tarì venti sopra terre…q.ta delli Gelati alias feudo di Cappellares per messe fondate da Marco Meli…onze 13.10

67. Da don Antonino Ventura tarì sei sovra una casa..q.ro della Grazia per messe fondate da Nunzio Criscione…onze 4

68.Da Gio. Battista Ventura tarì dieciotto sopra una casa…q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate da Francesco Vintura…onze 12

69.Da Michelangelo Cilio tarì novi sopra una pezzo di terreno clausulato…per messe fondate da Vito Virgadaura…onze 6

70.Da Simone Rossi tarì venti sopra due case e terre collaterali..q.ro di S. Giuseppe per messe fondate d’Antonino Migliorisi…onze 13.10

71.Dall’eredi di don Gio. Battista del Giudice, cioè don Lucio, don Pietro e don Lorenzo figli del sudetto onze tre e tarì quartodeci sopra tre poteghe nella Piazza e sopra due case delli medemi per messe fondate da Isidoro Giudice e Giuseppe Arancio ed Antonino Mandarà…onze 69.10

72.Da don Giuseppe Perino onze sette e tarì ventinovi sopra la casa di sua abitatione…q.ro della Grazia per messe fondate da Benedetto Caccamo e don Gio. Batta Indovina…onze 39.10

73.Da Giuseppe Carfì tarì dodeci sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate da Carlo Leone…onze 8

74.Da Giovanne Majorana tarì quindeci sopra una casa…q.ro di S. Paolo per messe fondate d’Orazio Giurato Majorana…onze 10

75.Da Pietro, e Paolo fratelli di Lombardo seu Quartarone onze tre sopra una chiusa…q.ta di Pozzo Bollenti, per messe fondate da Isidoro Carcanella…onze 60

76.Da Francesco Cicerone di Lorenzo onze quattro e tarì sedici sopra chiuse…q.ta del Bosco  per messe fondate dal rev.do sac.te don Pietro Cucuzza…onze 90.20

77.Da Guglielmo Mauro tarì quattro sopra un pezzo di terra…q.ta del Cozzo dell’Oro per messe fondate da Giuseppe Messinese…onze 2.20

78.Da Giovanne Jacono di Vicenzo tarì venti per raggione di bolla fondata sopra una chiusa…q.ta di Boscopiano per messe fondate da Giacomo Cappellano…onze 13.20

79.Di più il sud.o di Jacono tarì dieciotto sopra una casa…q.ro di S. Giuseppe per messe fondate da Maria Morgante…onze 12

80.Da Giuseppe Carfì tarì duodeci e grana quartodeci sopra una casa…q.ro dell’Ospedale per messe fondate da Lorenzo Menzasalma…onze 8.14

81.Da don Riccardo Toro tarì ventidue e grana dieci sopra una chiusa..q.ta di Fortura per messe fondate da don Francesco Agusta…onze 14.20

82.Da Francesco Spinella tarì tredici sopra una casa…q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate da Gio. Maria Delfo…onze 8.20

83.Da Francesco Cicerone di Filippo tarì sei sopra un pezzo di terre…q.ta del Cozzo del Oro per messe…onze 4

84.Da Giovanna Briga ved. del qdm. Sebastiano Ballotta onza una sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate da Diego Lombardo…onze 20

85.Da Vita Battaglia tarì sei sopra una casa…q.ro di S. Giovanni per messe fondate da Giuseppe Mazza…onze 4

86.Da Giuseppe di Marco tarì tredici sopra una casa…q.ro di S. Francesco di Paola per messe fondate da Margherita Rizza…onze 8.20

87.Da Giovanni Panascia tarì novi sopra due case…q.ro della Grazia per messe fondate d’Anna Civello…onze 10.20

89.Da m.ro Matteo Cultraro tarì sei e grana tre sopra una casa…q.ro di S. Paolo per messe fondate da Francesco Cammarella…onze 4. 3

90.Da Antonino Cuccia per qdm. Mariano Cuccia onza una e tarì tre sopra una chiusa…q.ta vicino del Con.to delli PP. Cappuccini per messe fondate da Giovanne Bagollaro…onze 22

91.D’Adriana Gulino onza una sopra una chiusa…q.ta della Croce per messe fondate da Pasquale Gulino…onze 20

92.Da Paolo Giommarra tarì ventiquattro sopra una casa…q.ro di S. Giuseppe per messe fondate d’Antonino Corvino…onze 16

93.Da m.ro Pietro Paolo di Falco onza una e tarì due e grana cinque sopra due case…q.ro della Grazia per messe fondate da Benedetto Caccamo, e terre collaterali alle sudette case…onze 21.15

94.Da Pietro Meli tarì venti sopra case…q.ro di S. Vito per messe…onze 13

95.Da Rosario Scilleri tarì vent’otto sopra case con terreno collaterale…q.ro di S. Giuseppe per messe…onze 18.20

96.Da Vincenzo Giangreco tarì ventiquattro sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate da Filippo Majorana…onze 16

97.Da m.ro Giuseppe Basilotta tarì quindeci sopra una casa…q.ro della Grazia per messe…onze 10

98.Da Gioseppe Stabile tarì dieci sopra una casa…q.ro di S. Giuseppe per messe…onze 6.20

99.Da don Vincenzo Magrì e Quarrella tarì diecisetti sopra una casa…q.ro di S. Paolo per messe fondate da m.ro Gilorimo Cannizzaro…onze 11.10

100.Da Luca Battaglia come erede di Salvatore Battaglia onza una sopra una casa e terreno collaterale…q.ro della Grazia per messe fondate d’Andrea Carfì…onze 96.20

101. Da don Benedetto Amorelli onze due e tarì venticinque sopra una potegha…q.ro dello Spedale per messe fondate d’Andrea Carfì…onze 46.20

102.Da Bartolomeo Micilotta tarì duodeci sopra una casa…q.ro di S. Domenico per messe fondate da Crispino Monello…onze 8

103.D’Orazio Cultraro tarì dieciotto sopra una casa…q.ro di S. Giovanni per messe…onze 12

104.Dal rev. sac.te don Giovanne Antonio Catalano tarì tredici sopra una chiusa…q.ta di Scalonazzo per messe fondate da Gio. Batta Saponaro…onze 8.20

105.Da Mario Guastella tarì dieci sopra una casa…q.ro di S. Giovanni per messe fondate da Giuseppe Buscarino…onze 6.20

106. Da Gio. Battista Jacono alias Buscarino tarì dieci e grana dieci sopra una casa…q.ro di S. Paolo per messe fondate da Angelico Carnazza…onze 7

107.Da Gio. Batta Scrivano alias Lombardo tarì otto sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate da Francesco Giampiccolo…onze 5.10

108.Da Gio. Batta Barone onza una sopra una chiusa…q.ta di Fortura per messe fondate da Francesco Barone…onze 20

109.Da Giuseppe Alescio alias Genova tarì vent’uno sopra una casa…q.ro di S. Domenico per messe fondate da Francesco Genova…onze 14

110.Da Filippo la Cognata tarì otto sopra una casa…q.ro di S. Giuseppe per messe…onze 5.10

111.Da don Giuseppe Biazzo tarì otto e grana quindeci sopra una casa…per messe fondate d’Antonino Ciancio…onze 5.25

112.Dal rev. sac.te don Nuntio Venenati tarì sei sopra due case…q.ro della Grazia per messe fondate da Carlo Buggé…onze 4

113.Da Nicolò Ragusa tarì duodeci sopra una casa…q.ro della Grazia per messe fondate da Vincenzo Biazzo…onze 8

114.D’Antonino Mirabella onza una e tarì dieci sopra una chiusa…q.ta del Cozzo dell’oro per messe fondate da Francesco Giommarresi…onze 26.20

115.Da m.ro Bernardo Ragusa tarì sette sopra tre migliara di vigna…q.ta dell’Ancilla per messe fondate da Pietro Sarancone…onze 4.20

116.Da Paolo Migliorisi onze due e tarì tredici sopra terre…q.ta del Cozzo dell’Oro per messe fondate da Girolamo Migliorisi…onze 48.20

117.Da Giacoma Izzia tarì quindeci sopra una casa…q.ro di S. Giuseppe per messe fondate da Giovanni lo Magno…onze 10

118.Da Gio. Battista Cannizzo della Terra di Chiaramonte onza una e tarì quindeci sopra una chiusa nel territorio di Chiaramonte nella q.ta di S. Nicola per messe fondate da Giuseppa Scagliola…onze 30

119.Da Rosario Sanzo onza una e tarì venti sopra una chiusa…q.ta di Fortura per messe fondate da Silvestro Civello…onze 33.10

120.Da Giovanni Castiglione tarì quindeci sopra una casa….q.ro della Grazia per messe fondate da Paolo Busacca…onze 10

121.Più possiede d.o di Porcelli d.o n.ne salme dieci di terre scapule senz’alberi nella tenuta di Niscima territorio controverso confinante con tenuta di Corallo e Rinazzi di Strada quali un anno per l’altro possono ingabellarsi per onze dieci e tarì quindeci per messe che al sette per cento…onze 150

122. Più detto rivelante esigge dall’infrascritte persone per raggione di terraggio sopra vigne in terre della sudetta tenuta di Niscima cioè da…[segue elenco di “esteri”, cioè non abitanti di Vittoria]…onze 203.14  

123.Possiede tumula dieci di terre clausurate…q.ta della Biancha confinanti con chiuse di don Ant.no Panagia e m.ro Gaetano Mangione, per messe che un anno per l’altro si può ingabbellare onze due e tarì quindeci, una con alberi di carrubba n. quaranta, ed alberi d’olive n. quattro…onze 50

124.Più possiede una casa per serviggio di potega nella Terra del Comiso q.ro della Fontana e Madrice Chiesa confinante con potega di S. Agostino per messe fondate dal Rev.do Sac.te don Pietro Cucuzza, che un anno per l’altro s’ingabella onza una e tarì dieci l’anno…onze 26.10

                                                                                                                                     totale 3019.10. 3

                                                            Gravezze

Dall’onze quattro e tarì sedici che esigge da Francesco Cicerone come nel n. 76 ni paga…onza una al barone don Domenico Martelli della Città di Agosta per ragione di proprietà…onze 20

Più per la partita di Salvatore ed Antonino Reali fratelli…n. 5…ni paga tarì novi a don Gio. Batta Puglia come procuratore delli Maritaggi per raggione di proprietà…onze 6

Più paga sopra l’infrascritte partite cioè

d’Antonino Terranova…n. 24

di Pietro Mustili…n. 51

di don Gabriele Migliorisi…n. 62

di Gugliermo di Magro…n. 77

di Francesco Cicerone di Filippo…n. 83

di Paolo Migliorisi…n. 116

tarì otto per cenzo a minuto dovuto all’Ill.mo Conte di Modica per raggione di proprietà…onze 5.10

Più per la partita di don Stefano Cassibba…n. 58…paga tarì due…per cenzo a minuto dovuto all’Ill.mo Conte di Modica…onze 1.10

Più paga per la partita di Martino Auricchia…n. 60…a questa Corte di Vittoria per raggione di proprietà frumento salme 0.1 che raggionato a onze 40 a salma…onze 2.15

Più per la partita di Bellisario Delfi…n. 66…paga tt. tredici e grana dieci all’Ill.e Duca di S. Filippo di Ragusa per raggione di proprietà…onze 9

Più per la partita di Pietro e Paolo fratelli di Lombardo alias Quartarone…n. 75 paga onza una annuale per raggione di proprietà a don Oratio Ventura di Chiaramonte…onze 20

Più per la partita d’Antonino Mirabella…n. 114 paga tt. undeci e gr. cinque…a donna Giovanna Custurieri e Porcello…onze 7.15

Più per la partita di Rosario Sanzo…n. 119 paga tarì sedici per raggione di proprietà all’Ill.e Marchese di Giarratana…onze 10.20

Più sopra l’infrascritte partite cioè

d’Anna Occhipinti…n. 63

di Francesco Ciancio ed Antonio Gravina a n. 65

d’Antonino Cuccia…n. 90

del sac.te don Giovanne Antonio Catalano a n. 104

paga fromento a questa corte salme 0.12 mondelli due e garozzi due, che raggionato ad onze quaranta la salma…onze 31.9.17.2

Più sopra le terre al n. 123 paga tt. quindeci annuali per ragione di proprietà alla Ven.le Madrice Chiesa Colleggiata del Comiso…onze 10

Più sopra la potega a n. 124 paga grana tredici per cenzo a minuto alla Corte del Comiso per raggioni di proprietà…tt. 13

Più paga sopra la tenuta di Niscima…n. 121 e 122 fromento alla Corte  dell’Ill.mo Conte di Modica salme tre e tumula undeci, cioè alla Corte di Chiaramonte salme due e tumuli sei, alla Corte di Ragusa salma una e tumuli cinque per raggione di proprietà …onze 147.15

Più paga sopra detta tenuta di Niscima onze due e tarì ventisei al Ven.le Monastero di S.ta Chaterina [sic] di Chiaramonte per raggione di bolla fondata sopra le sudette terre…onze 57.10

                                                                                                                                             328.27.17.3

ristretto

introito di lordo onze 3019.10.3

oneri                             328.27.17.3 

resta di netto              2690.12.   5.3

io dr. don Ignazio Porcelli…

32. Addizione di rivelo che fa il Procuratore delli RR.PP. Minori Osservanti di San Francesco sotto titolo di Nostra Signora della Grazia…

Dichiara sudetto Procuratore possedere una casa…q.ro di S. Giuseppe quell’istessa olim posseduta da Paolo Giommarra…onze 12

Gravezze

Delli frutti de quali sudetti PP. tengono l’obligo celebrarne tante messe per l’ultima del qdm. Antonino Corbino

Più…s’incarica di due case con canni quattro di lunghezza e dui di larghezza di terreno collaterali a dette case nel q.ro di S. Giuseppe conf. con case del qdm. Mariano Giampiccolo ed altri, quell’istesse case olim possesse da Rosario Scillieri…onze 16

Delli frutti delli quali sudetti PP. anno [sic] l’obligo di celebrarne tante messe

Più…d’una casa olim possessa da Mario Guastella…onze 7

Delli frutti della quale… l’obligo sudetto Convento farne celebrare tante messe per l’anima di Giuseppe Boscarino

Più…salme 0.4 di terre in q.ta di Cozzo dell’Oro conf. terre del qdm. don Gabriele Migliorisi, ed altri…ad onze trenta la salma…onze 8

Paga sopra dette terre d.o Ven.le Convento tt. 11.5 a donna Giovanna Custurieri…onze 7.15

S’incarica finalmente di salme 0.10 di terre circondate di muri a secco…q.ta delli Mari Russi seu Fortuna  conf. con terre di Onofrio Monello e via pp.ca…onze 20

Paga s.a detta chiusa all’Ill.e Marchese di Giarratana tt. 22.10…onze 15

Più per messa da sodisfarsi da detti RR.PP. per l’anima del qdm. don Francesco Agosta sopra dette terre tt. 22.10 l’anno…onze 15 

Paolo Monello

Nato a Vittoria nel 1953, già sindaco (1984-1987, 1991) e assessore comunale (dal 1981 al 1993 e dal 2007 al 2009), deputato nazionale del Pci-Pds dal 1987 al 1994, da anni si dedica a ricerche storiche su Vittoria ed il suo territorio, sulla base di una grande massa di documenti inediti provenienti dall'Archivio di Stato di Palermo, dall'Archivio di Stato di Ragusa, dall'Archivio Storico di Vittoria (e anche dall'Archivo General de Simancas, Spagna). Ha cominciato a pubblicare a stampa nel 1990 e dal 2012 sulla piattaforma kdp di amazon.it. Gli e-book digitali sono on line su kindle store.